attendere prego, verifica disponibilitá

Ricerca avanzata

01Regione
02Tema vacanze
03Dati di viaggio
04 Categoria di soggiorno
Affinare la ricerca
Annulla tutti i filtri
Home > Tema vacanze > Racconti di viaggio > La bicicletta come monumento nazionale austriaco

La bicicletta come monumento nazionale austriaco

L’Austria si sviluppa quasi completamente lungo la catena delle Alpi, e per lo più siamo abituati a pensare a questa nazione proprio per le sue vette e gli sport invernali, oltre che per la magnificenza della sua capitale Vienna e l’importanza dei tanti personaggi storici che qui hanno vissuto.

Nonostante questo, o magari proprio per questo motivo, l’Austria è uno dei paesi europei in cui l’uso della bicicletta e il cicloturismo sono più sviluppati. Questo certamente grazie anche alla sua posizione centrale che la rende una tappa per itinerari di lunga percorrenza. Ben cinque percorsi della prestigiosa organizzazione internazionale Eurovelo prevedono il passaggio attraverso l’Austria.

In generale gli itinerari ciclabili seguono le valli e i percorsi dei fiumi, proprio come facevano già millenni fa le popolazioni locali per attraversare il paese; tra questi la pista ciclabile della Drava, che partendo dall’Italia raggiunge dopo 366 chilometri la Slovenia, o la pista ciclabile dei Tauri che si congiunge alla più lunga pista del Danubio per andare fino a Vienna.

Sono proprio questi percorsi lungo i fiumi che fanno della vacanza in bicicletta un’attrazione irresistibile: le piste sono sempre ben segnale e protette, i percorsi normalmente facili e adatti anche alle famiglie e la natura circostante è rigogliosa ed incontaminata, senza contare le numerose tracce della storia austriaca, che costellano le cime di castelli, rocche, fortificazioni ed incantevoli borghi rurali tradizionali tutti da visitare.

Anche se le piste ciclabili sono sempre ben separate dal traffico automobilistico, la legge austriaca prevede alcune norme per la sicurezza dei ciclisti, che devono essere sempre equipaggiati con luci anteriori e posteriori, avere dei catarifrangenti sui pedali e sulle ruote, un campanello funzionante e due freni indipendenti. Il casco, invece, non è obbligatorio, ma solo consigliato.
Principianti, famiglie, esperti e sportivi: in Austria tutti possono trovare il percorso adatto a loro e le infrastrutture ricettive organizzate fanno del cicloturismo una scelta vincente.

Naturalmente, con un’offerta così ampia, anche il mercato del noleggio è all’avanguardia, e permette di scegliere liberamente le località di partenza, trovando bici di ogni qualità e stile a disposizione.

I più importanti percorsi cicloturistici in Austria sono certamente i seguenti: Danubio Passau-Vienna, Danubio Vienna-Budapest, Ciclabile Drava, Ciclabile dei Tauri, Lago di Costanza, Ciclabile di Mozart, Via Claudia Augusta, Ciclabile del Reno Cortina di ferro, Ciclabile fiume Mur, Ciclabile fiume Enns, Ciclabile Alpe Adria, Ciclabile Romana, Salisburghese, Carinzia in bici, ciclabile del Reno, EuroVelo 6 Dall'oceano Atlantico al Mar Nero (Itinerario dei Fiumi), EuroVelo 7 Itinerario dell'Europa Centrale (Percorso del sole), EuroVelo 9 Dal Baltico all'Adriatico (via dell'Ambra), EuroVelo 13 La strada della Cortina di Ferro ed EuroVelo 15 Itinerario del Reno.

Buona pedalata!

CONDIVIDI QUESTA PAGINA

indietro
indietro

Le nostre raccomandazioni di hotel

Loading...
La bicicletta come monumento nazionale austriaco
Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità orientata alle tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento tranne che al link sopra indicato, acconsenti automaticamente all’uso dei cookie.
ok